Come mantenere la prostata in salute

Come mantenere la prostata in salute

INTEGRATORI CONSIGLIATI:

Prostatricum - ✔ Prostatricum Active - ✔ Prostatricum Plus

come mantenere la prostata in salute

La prostata è un piccolo organo dell’apparato genitale maschile grande come una castagna, molto importante per la produzione di liquido seminale. Quando la prostata di infiamma o si ingrossa provoca dolore e l’insorgenza della prostatite o di altre patologie più serie come il tumore della prostata.

Colpisce persone di sesso maschile in età adulta e nella terza età. Mantenere la nostra prostata in salute con uno stile di vita sano e corretto attraverso lo sport, l’alimentazione e facendo prevenzione è molto importante.

Perché la prostata è così importante?

prostataLa prostata è una ghiandola maschile che svolge numerose funzioni. Situata nell’apparato genitale, si trova davanti al retto e subito sotto la vescica; circonda buona parte dell’uretra ovvero il canale che ha il compito di raccogliere l’urina e di convogliarla verso l’esterno.

Il suo compito principale riguarda la sfera sessuale e riproduttiva. La ghiandola prostatica infatti produce e immagazzina il liquido seminale e quello prostatico. Quest’ultimo migliora la motilità degli spermatozoi e ne aumenta la resistenza messa a dura prova dal ph vaginale acido. La prostata inoltre è necessaria anche per regolare il flusso urinario.

Mantenerla in buona salute è fondamentale anche perché un cattivo funzionamento mette a rischio non solo la sfera riproduttiva ma anche quella sessuale. La prostata ingrossata è una delle principali responsabili sia dell’eiaculazione precoce che dell’impotenza maschile.

👉 LEGGI ANCHE: Dimensioni della prostata in base all’età. Cosa c’è da sapere?

Infiammazioni e cause

Le prostatiti sono molto comuni anche tra i giovani (prostatite giovanile) e possono essere batteriche o non batteriche. I sintomi sono specifici. L’uomo avverte una sensazione dolorosa durante la minzione, il flusso urinario è faticoso, lento, spesso causa bruciore e può contenere anche delle piccole tracce ematiche. I rapporti sessuali diventano difficoltosi e spesso si avverte una spiacevole sensazione di peso nella parte bassa dell’addome, lungo i testicoli e talvolta anche nella zona lombare.

I tipi più comune di prostatite sono:

Come prendersi cura della prostata: consigli

La maggior parte degli uomini presta attenzione alla prostata solo in presenza di disturbi e fastidi. Mantenere in salute questa ghiandola, mettendo in pratica una serie di consigli e piccole accortezze, è fondamentale per stare bene e scongiurare la presenza di possibili patologie. Vediamo quindi di seguito cosa fare per prendersi cura della propria prostata.

Modificare lo stile di vita

Un vecchio adagio dice che prevenire è meglio che curare. Tale massima è vera soprattutto quando si parla della salute della prostata. Modificare il proprio stile di vita, eliminando una serie di cibi che possono favorire l’infiammazione, e praticare un’attività fisica leggera ma costante possono aiutare a sentirsi bene e in forma.

Perdere i chili in eccesso permette non solo di recuperare un’ottima prestanza fisica ma anche di promuovere la salute del cuore e della circolazione sanguigna, il cui corretto funzionamento offre un valido supporto anche nella sfera sessuale. Nello stile di vita sano rientra anche l’eliminazione di fumo di sigaretta e moderare molto l’uso di alcolici.

👉 LEGGI ANCHE: Il consumo di alcol quanto incide sul rischio di tumore della prostata

I cibi migliori per la prostata

Una dieta efficace per mantenere in salute la prostata deve contenere un elevato numero di antiossidanti e fitonutrienti. La dieta mediterranea, ricca di verdure e grassi sani, è il regime più indicato per perdere peso in modo sano e naturale. Lo schema alimentare deve comprendere cereali integrali, legumi, pesce azzurro, frutta, verdura e frutta secca. Via libera a spezie ed erbe aromatiche per insaporire i cibi ed eliminare progressivamente il sale.

Non dimentichiamo l’apporto idrico che non deve mai scendere sotto i due litri di acqua al giorno per eliminare i batteri presenti nella vescica e mantenere in salute l’apparato urinario.

I nutrienti da portare in tavola ogni giorno sono:

  • Grassi buoni
  • Vitamina A
  • Vitamina D
  • Acidi grassi come gli Omega 3
  • Licopene (contenuto nei pomodori)

👉 LEGGI ANCHE: 7 alimenti che fanno bene alla prostata

Gli alimenti vietati

Gli alimenti trasformati, gli insaccati, gli zuccheri semplici e gli snack sono i principali responsabili di una serie di reazioni infiammatorie dell’organismo che possono causare l’ingrossamento della prostata. Caratterizzati da un basso contenuto di nutrienti e ricchi di sostanze chimiche poco salutari, devono essere consumati sporadicamente anche se l’ideale sarebbe eliminarli totalmente dalla propria dieta.

Esistono inoltre determinate categorie di alimenti che irritano la prostata. Tra questi ricordiamo:

👉 LEGGI  ANCHE: Prostata ingrossata: quali sono i cibi da evitare

Ridurre lo stress

Lo stress è un acerrimo nemico della prostata perché la tensione porta a irrigidire in modo inconsapevole il pavimento pelvico e influisce direttamente sul benessere delle vie urinarie. Cercare di allentare la morsa delle attività quotidiane ritagliando piccoli spazi per sé, aiuta a sentirsi meno ansiosi e nervosi.

Una buona idea è quella di frequentare corsi di yoga o meditazione che permettono di recuperare la tranquillità necessaria affinché lo stress non intacchi il sistema immunitario.

👉 LEGGI ANCHE: Rimedi naturali naturali per curare la prostatite

Integratori naturali per la prostata

La natura mette a nostra disposizione una serie di piante ed erbe officinali dalle spiccate proprietà antinfiammatorie. Questi integratori naturali possono contribuire a ridurre i sintomi urinari associati all’ipertrofia prostatica benigna ovvero all’ingrossamento della prostata. I più efficaci sono i semi di zucca, l’ortica, la quercetina e la Serenoa Repens. Quest’ultima è una pianta che aiuta a inibire l’azione di un enzima, il 5-alfa reduttasi, responsabile dell’aumento della frequenza della minzione, soprattutto notturna, e del dolore.

Anche un buon tè verde, privo di teina e preferibilmente organico, aiuta a mantenere in salute la prostata. Questa bevanda infatti è ricca di antiossidanti, sostanze che aiutano a prevenire e curare le prostatiti croniche, acute ma anche il tumore della prostata.

RIMEDIO N.1 PER CURARE LA PROSTATITE

prostatricum

LEGGI LA RECENSIONE (CLICCA QUI)

ATTENZIONE:

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica. Si raccomanda di chiedere sempre il parere del proprio medico curante e/o di specialisti riguardo qualsiasi indicazione riportata. Se si hanno dubbi o quesiti sull'uso di un farmaco è necessario contattare il proprio medico. Leggi il Disclaimer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Elimina i problemi alla prostataSCOPRI DI PIU'